R=C è in mare per sostenere questo progetto

Prima le mamme e i bambini. 1.000 di questi giorni

È un progetto che abbraccia i 1.000 giorni che vanno dall’inizio della gravidanza fino al secondo anno di vita del bambino, con un’attenzione particolare al tema della nutrizione. Nei villaggi più inaccessibili, quelli dell’ultimo miglio, il CUAMM sensibilizza le donne in gravidanza su una corretta alimentazione, con una dieta bilanciata. I volontari CUAMM spiegano l’importanza di rivolgersi alle strutture sanitarie per le visite prenatali: qui si eseguono controlli del sangue, del peso e della pressione per prevenire malattie che possono compromettere lo sviluppo del feto, come ad esempio l’anemia e l’ipertensione, e si effettuano i test di screening per patologie infettive (Hiv/Aids, tubercolosi, sifilide) e metaboliche come il diabete. Si somministrano alle donne ferro, acido folico e la profilassi per la malaria, e si raccomanda di continuare ad assumerli anche a casa.

Grazie a un sistema funzionante di trasporti e ambulanze, nei centri di salute o in ospedale il CUAMM riesce a garantire un parto assistito e sicuro e, per i casi di emergenza, il ricorso alle prestazioni salvavita: il cesareo e la trasfusione di sangue, assicurando una disponibilità costante di risorse umane qualificate, farmaci ed equipaggiamenti.

Altrettanta cura è dedicata al neonato e al bambino, per prevenire e trattare le patologie neonatali e pediatriche più comuni, e in particolare la malnutrizione acuta e cronica, ancora tanto diffuse. Alle mamme raccomandiamo l’allattamento esclusivo al seno per i primi sei mesi e seguiamo il bambino fino ai due anni, con visite pediatriche e adeguata copertura vaccinale, monitorandone lo sviluppo e la crescita

Per aiutare una mamma e il suo bambino durante i loro primi 1.000 giorni bastano 200 euro.

Vuoi contribuire

Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia.“ (dalla seconda lettera ai Corinzi)

Aiutare gli altri per ciò che possiamo, perché ogni contributo sarà comunque grandissimo.

DONA ORA

Vuoi ricordare o regalare

Abbiamo la possibilità di sostenere il progetto anche raccontandolo ad altri: ai nostri cari, ai nostri amici o ai nostri clienti se abbiamo una azienda.

Acquistando un oggetto tra quelli che della lista, potrai sia dare il tuo contributo sia regalarlo o mostrarlo: un modo per dire “Io sono a bordo” o anche “Sali a bordo”.